Questo articolo è stato letto 1751 volte
fosso2

Fosso della Badia color sangue. Preoccupazione tra i cittadini. Il…

Ha destato notevole preoccupazione tra i cittadini di Orvieto Scalo la colorazione rossastra delle acque del fosso della Badia che domenica 31 gennaio, fin dalle prime ore della mattina, hanno improvvisamente assunto un colore rosso sangue. Numerose sono state le chiamate ai Vigili Urbani, alla Protezione Civile e al Corpo Forestale dello Stato che sono intervenuti subito per un sopralluogo. Sul posto in tardo pomeriggio si è recato anche il sindaco Giuseppe Germani che ha personalmente seguito tutta la vicenda e ha informato dell’accaduto la prefettura di Terni.

“La colorazione rossastra che hanno assunto le acque del torrente della Badia – ha dichiarato il sindaco Germani raggiunto telefonicamente – è dipesa da un intervento tecnico di natura idrica ispettiva. Il colorante utilizzato è atossico e non esiste alcun motivo di preoccupazione né per i cittadini né per l’ambiente.”

In pratica si è trattato di un intervento di natura ispettiva sulla rete fognaria del comune di Porano richiesto da un privato per via di una causa civile. Il colorante immesso, del cui uso e applicazione odierni – da quanto si apprende – erano informati sia ARPA che Umbriadue che il Corpo Forestale dello Stato, si è reso necessario per verificare la funzionalità di alcune tubature.

Probabilmente, ma di questo non si ha al momento prova certa, qualcosa potrebbe essere andato storto a livello di quantità di agente colorante immesso nelle tubature, di qui la colorazione rosso vivo delle acque del fosso.

“In riferimento alle segnalazioni di evidenza di sversamento sul fosso Badia nel comune di Orvieto di refluo color rosso che interessa o interesserà il recettore idrico del fiume Paglia – recita una nota SII dell’ing. Paolo Rueca –  si comunica che in data sabato 30/01/2016 la SII per mezzo del socio operativo Umbriadue, come autorizzato dal CTU nominato dal Tribunale di Orvieto, nel contesto di un procedimento di accertamento tecnico preventivo per verificare la tenuta idraulica di una condotta fognaria nel comune di Porano e confluente al depuratore di acque civili, ha effettuato una prova colorometrica con immissione nel refluo fognario di una sostanza alimentare assolutamente non nociva per l’ambiente.”

fosso1

foto Fabio Materazzini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

fosso2

foto Luca Sbarra

 

 

 

Comments

commenti

Powered by Facebook Comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>