Questo articolo è stato letto 536 volte
olio_bottiglia

Iniziativa Lions Club Orvieto. Conviviale dell’Olio Novo

Come da tradizione i Lions Club di Montefiascone ed Orvieto si sono dati appuntamento all’Agriturismo “Divino Amore” di Bagnoregio per la Conviviale dell’ ”Olio Novo”, impeccabilmente organizzata dagli amici del Club di Montefiascone. La conviviale rappresenta l’occasione per degustare le nuove produzioni degli oli extravergine locali, abbinandoli con pietanze tipiche della zona e prodotti a chilometro zero, sapientemente elaborati dai cuochi del Divino Amore.

Nel corso della manifestazione viene anche premiato il miglior “Olio Lion” dell’annata, selezionato da un panel di esperti assaggiatori fra quelli presentati dai Soci e amici dei Club. Quest’anno sono stati previsti due riconoscimenti suddivisi fra le categorie produttori professionisti e produttori amatoriali.
Particolarmente interessante l’intervento del Prof. Bruno Cirica che ha aperto la serata illustrando ai numerosi soci e ospiti dei due Club, fra i quali erano presenti i Sindaci di Bagnoregio, Montefiascone e Orvieto, le caratteristiche degli oli extravergine e i “trucchi” per riconoscerne e apprezzarne la qualità. Di seguito due assaggiatrici del panel di esperti di Viterbo, che hanno valutato gli oli presentati, hanno mostrato la corretta procedura per assaggiare un olio.

Sono stati proclamati vincitori:
per la categoria amatoriali Massimo Scattoni che ha preceduto Tatta e Petrangeli, tutti con oli delle colline orvietane.
per la categoria professionisti, per il secondo anno consecutivo, il Frantoio Ranchino che ha preceduto il Frantoio Pienzi.

Gli esperti di Viterbo hanno così confermato la qualità del prodotto della zona orvietana, valorizzando la passione e la professionalità dei nostri produttori.
Dopo la consegna degli attestati la serata è proseguita simpaticamente e in allegria con la conviviale dove, ai tavoli, sono stati serviti i vari oli che hanno concorso, abbinati a singole pietanza per esaltarne gli aromi e i sapori peculiari.

 

Comments

commenti

Powered by Facebook Comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>