Questo articolo è stato letto 408 volte
discarica1

Incontro sindaco – maggioranza provinciale sul tema rifiuti. PD, PSI, SEL: “Orvieto riacquisti centralità”

All’esito dell’incontro tra i partiti di coalizione che sostengono il Sindaco di Orvieto Giuseppe Germani nello svolgimento della sua azione amministrativa, in piena sintonia si è assunta la decisione di elaborare una mozione che in queste ore è stata già depositata presso la segreteria di Presidenza del Consiglio comunale per poi essere sottoposta a votazione da parte di quest’ultimo Organo.
La riunione si è svolta ieri sera con i rappresentanti delle federazioni provinciali di SEL, PSI e PD quest’ultimo organismo presente anche nella sua rappresentanza comunale e regionale con la partecipazione della Responsabile Ambiente Pd regionale, Daniela Pimponi.
I partiti di coalizione che sostanziano la maggioranza consigliare ritengono circa la questione dei rifiuti, assolutamente irrinunciabile un orientamento di totale collaborazione tra la Regione, le Istituzioni locali, la comunità cittadina e di tutto il territorio di Orvieto affinché quest’ultimo acquisisca un ruolo di centralità all’interno della programmazione regionale della gestione dei rifiuti come mai sino ad ora ha avuto.
Le priorità d’azione non possono prescindere da una tutela della salute pubblica e dal rispetto delle stringenti normative in materia e debbono indirizzarsi a sostanziare un’azione politica per lo svolgimento da parte di Orvieto e dell’orvietano di una posizione chiave all’interno del piano dei rifiuti regionale.

Di seguito si ritrascrivono le conclusioni della surrichiamata mozione:
“Tutto ciò detto il Consiglio Comunale di Orvieto impegna il Sindaco e la Giunta:

1) Ad attivarsi per istituire, ai sensi dell’art. 21 del Regolamento Comunale, una commissione speciale di studio sulla materia ambiente e rifiuti funzionale ad un’analisi approfondita del tema e dei suoi sviluppi.

Impegna altresì Il Sindaco e la Giunta a promuovere e farsi portavoce in tutte le sedi istituzionali e politiche dei punti di seguito elencati al fine di tutelare i cittadini e l’intero territorio orvietano:

1) Incrementare i livelli di recupero di materia attraverso i servizi di raccolta differenziata con l’obiettivo di migliorare in termini non solo quantitativi ma anche qualitativi i materiali raccolti;

2) Promuovere, all’interno dell’AURI, un progetto di gestione dei rifiuti che preveda un sistema dello smaltimento in discarica concepito esclusivamente come momento residuale;

3) Chiedere alla Regione dell’Umbria di fornire in modo formale tutte le garanzie che il sito di Orvieto non venga trattato come lo strumento di risoluzione di problemi che altrove non si possono o non si vogliono risolvere; che esso sia al contrario valorizzato come impianto tecnologicamente e strutturalmente avanzato di smaltimento e di lavorazione dei rifiuti d’ambito nel quadro di una politica dei rifiuti che tenda al limite dei rifiuti zero e garantisca sia la lavorazione della frazione umida che della frazione secca (che oggi va in discarica);

4) Riconoscere, come irrinunciabile, una sana collaborazione tra la Regione Umbria e la comunità locale, la centralità di Orvieto e dell’Orvietano nella programmazione regionale dei rifiuti;

5) Promuovere investimenti in impiantistica innovativa e sistemi tecnologicamente avanzati, con l’implementazione di strutture innovative, specifici ed adeguati alla lavorazione e al recupero della frazione secca, utili sia sul piano economico e occupazionale che su quello ambientale”.”.

I partiti della coalizione, così come rappresentati nel consesso svoltosi in data di ieri, dichiarano la loro piena soddisfazione per aver intrapreso una linea politica di responsabilità nei confronti dei cittadini di un territorio che, ora al riparo da indotte strumentalizzazioni dirette ad attuare una evidente mistificazione della realtà, meritano risposte chiare, univoche e dirette ad una tutela dei loro diritti fondamentali.

Firmato
Fed. Provinciali DEI PARTITI PD PSI SEL

discarica1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comments

commenti

Powered by Facebook Comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>