Questo articolo è stato letto 1271 volte

All’Albornoz l’anno zero di Atomic Garden. I Giardini della Creatività

Musica, opere, arti, competenze e conoscenze, divertimento, temi cittadini, tre giorni di nuova vita dei Giardini dell'Albornoz per perconcretizzare una grande opportunità di scambio culturale e sociale in una delle cornici più suggestive della città di Orvieto. Tutto questo è Atomic Garden - I giardini della Creatività" festival promosso e ideato dalla Associazione Culturale Seven Marts e TILT Onlus Orvieto, manifestazione che si propone di riunire ed accogliere le realtà creative del territorio, coinvolgendo individualità, associazioni, collettivi ed imprese. L'evento, in programma a Orvieto, Giardini della Fortezza Albornoz, nei giorni 12-13-14 agosto prossimi, è stato presentato venerdì 5 agosto scorso in Comune da Bernardo Mattioni, direttore artistico del festival, e Antonio Sessa presidente di Seven Marts, alla presenza dell'assessore alle Politiche Giovanili e vicesindaco di Orvieto Cristina Croce e del consigliere comunale Tiziano Rosati. "Sono contenta di poter dar via a questo nuovo evento - ha affermato la vicesindaco Croce - a Orvieto le associazioni giovanili sono molto attive e questo non può che essere positivo. Mi piace il titolo dato all'evento e la location scelta, l'Albornoz, luogo fin qui utilizzato poco e male che questa amministrazione sta cercando di rendere vivo quanto più possibile. In questa ottica va Atomic Garden che con i suoi tre giorni si propone, tra l'altro, anche la rivitalizzazione dei Giardini." "Il festival - ha spiegato il direttore artistico Mattioni - offrirà al proprio pubblico n umerosi appuntamenti culturali pomeridiani. Gli interventi a cura degli ospiti del festival consisteranno in mini conferenze ed incontri incentrati su temi come lavoro creativo, permacultura, ecosostenibilità e nuove politiche sostenibili per la città. S eguiranno due concerti a sera c on artisti nazionali e orvietani, ai quali faranno seguito diversi djset.  Inoltre, poter usufruire dei giardini della Fortezza è espressione di una volontà precisa, vale a dire l’opportunità di rivalutare uno degli spazi verdi più suggestivi di Orvieto." In occasione del festival, i Giardini della Fortezza, si divideranno in d ue aree: una dedicata alle attività pomeridiane (G arden Area , corrispondente alla parte superiore prospicente la piazza), ed una dedicata alle attività serali (A tomic Area , corrispondente all’area inferiore,  intorno alla pista di pattinaggio). Ad arricchire l'esperienza di Atomic Garden sarà l 'attenzione all'allestimento dei giardini: esposizioni di opere d'arte con ospiti diversi ogni giorno, live painting e progetti legati alla street art ed al riuso, ma anche installazioni di filostruttre, tensostrutture, arredamenti floreali e mercatini a chilometro zero, che trasformeranno armoniosamente i giardini della Fortezza in un vero e proprio giardino delle menti creative , pronto ad accogliere il proprio pubblico, perché possa godersi la Fortezza Albornoz a 360°. L’ingresso all’intero festival sarà c ompletamente gratuito, e sarà possibile usufruire dei servizi di ristorazione all’interno del festival, organizzati in partnership con professionisti locali. "Sono molte le associazioni che hanno collaborato all'organizzazione del festival - ha spiegato Sessa - a partire da Orvieto Ludica che avrà un proprio spazio. L'idea che intendiamo proporre con Atomic Garden è la forza dell'unione del mondo dell'associazionismo giovanile, mettere ovvero in rete dal basso tutta una serie di realtà che normalmente non trovano spazio. Atomic Garden è pensato come un format equilibrato che intende dare spazio e importanza a tutte le realtà creative orvietane". atomic1 Il Programma di Atomic Garden: venerdì 12 agosto GARDEN AREA (dalle 17:00) Creatività in Musica: Un incontro con Pierangelo Mezzabarba (fondatore e titolare di Mezzabarba Custom Amplification / Masotti Guitar Devices). La passione e la creatività nella progettazione e produzione degli strumenti musicali, come servizio alla musica e ai musicisti. Wall of Colors: Presentazione dei protagonisti della Street Art di Atomic Garden. ATOMIC AREA (dalle 22:00) Appaloosa ArYstan - Global Grooves Aftershow DJs: SICK BOY / TRAUMFABRIK sabato 13 agosto GARDEN AREA (dalle 17:00) Progettare in Permacultura, con Saviana Parodi, (Accademia Italiana di Permacultura). Una panoramica sulle possibilità e prospettive offerte da una pratica ecologica che, per definizione, parte dal basso. Dall'Idea all'Inchiostro: come nasce un fumetto. Marco Cannavò (PLAY SEVEN edition, Orvieto Comics) e Sudario Brando presenteranno la propria esperienza nel mondo dei comics. A seguire, mini-workshop pratico sulla creazione di un fumetto. ATOMIC AREA (dalle 22:00) scimmiasaki La CALLE fx Aftershow DJs: Carletto Camatique / Dj Henrich from RCC domenica 14 agosto GARDEN AREA (dalle 17:00) “Vivere nello Spazio: Un dibattito pubblico e aperto alla cittadinanza su viabilità e vivibilità nel territorio orvietano. Reinventare gli spazi pubblici, evoluzione di trasporti e viabilità cittadina e periferica, rumore, arte e musica... venite e parliamone!”. Interverrà Andrea Vincenti, assessore con deleghe a politiche comunitarie, mobilità, viabilità, trasporti. A ridosso del dibattito, Emilio Giacomo Berrocal, antropologo, presenterà la prossima edizione del Seminario del Pensare. ATOMIC AREA (dalle 22:00) B-Stoned Human Progression Machine Aftershow DJs: Positive Vibrations / Frank D.P. atomic1 atomic2          

Comments

commenti

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *