Questo articolo è stato letto 970 volte

Geotermia, il Ministero rompe gli indugi e dice sì

Geotermia sì, no, forse.  A Castel Giorgio non la vogliono e neanche all’Alfina, alcuni insistono ritenendola, invece un’opportunità e una fonte di energia pulita.  La Regione ha rimpallato con gli Enti Locali la decisione e il via libera definitivo o il diniego.  Ora ci ha pensato direttamente il ministero ha mettere fine ad ogni ulteriore rinvio.  Con una lettera datata 21 ottobre il Ministero dello sviluppo economico ha scritto a chiare lettere che il via libera deve essere dato, e non si può dare, tanto che trasmette in allegato alla stessa una bozza di intesa tra le parti.  Insomma il ministero non ha nulla da obiettare e ritiene che non si debba tergiversare ulteriormente anche perché proprio la geotermia è ritenuta strategica come fonte di produzione di energia elettrica in Italia e non solo. A rendere nota la lettera è stato il consigliere regionale di Forza Italia Raffaele Nevi durante la sua visita conoscitiva all’ospedale di Orvieto che si è tenuta oggi 28 ottobre insieme al collega Sergio De Vincenzi.  In foto la copia della lettera inviata dal Ministero alla Regione Umbria e Lazio. Sanità - Rifiuti - Geotermia. Conferenza Stampa Forza Italia Umbria from anthesya comunicazione on Vimeo.
EPSON MFP image

EPSON MFP image

EPSON MFP image

EPSON MFP image

Comments

commenti

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *