Questo articolo è stato letto 2024 volte

Le cose come stanno. Visioni orvietane #20. “Il cavallo di Michelangeli”

Gli alunni della 1D della Scuola Media “L.Signorelli” di Orvieto raccontano gli oggetti di una città / LE COSE COME STANNO – Visioni Orvietane (Prof. Andrea Caponeri)
 

IL CAVALLO DI MICHELANGELI

Una delle vie più belle e caratteristiche di Orvieto, è quella di Michelangeli.

Entrando nel vicolo, possiamo trovare il fantastico cavallo, quello con cui tutti i bambini, tra cui me, ci giocano e ci fanno foto, ma la cosa più bella è quando ci si buca i pantaloni e si prende il discorsetto della mamma!

So che questo cavallo è stato all'EXPO 2015, forse perché è importante o forse perché era il cavallo di un famoso guerriero… oh no! Troppa fantasia…

Bhè, dal suo nome deduco che lo abbia fatto qualcuno che faccia di cognome Michelangeli, infatti mi è stato confermato dalla mamma che era un artigiano famosissimo a Orvieto e non solo perché, grazie alle sue opere, si è fatto conoscere in tutto il mondo.

E la tradizione continua grazie alle sue figlie che sono riuscite a mantenere alto il suo nome.

La via infatti è caratterizata dalle sue sculture di ferro e legno e anche da negozi caratteristici che portano il suo nome,

Il cavallo è di colore marrone con sfumature chiare e scure partendo dal basso verso l'alto, è una delle sue sculture venute meglio, è da molto tempo che sta lì e a quanto pare non si è mai spostata fino ad ora.

E’ il cavallo che tutti i bambini vorrebbero per andare a prendere le proprie principesse nel sorprendente castello incantato, proprio come quello di Cenerentola: anch'io sogno che il mio principe mi venga a prendere con quel fantastico e strabiliante cavallo dalle quattro zampe marroni e consumate.

Con i miei amici andiamo spesso sopra perché ci ricorda molto la nostra infanzia e le giornate che passavamo lì a raccontarci storie di quando eravamo piccoli… che ricordi!

I miei genitori dicono che anche loro da piccoli giocavano sopra quel cavallo a fare i guerrieri oppure a far finta di cavalcare un pony o un drago, cosa che facciamo spesso anche io e i miei amici.

Il tema è finito spero vi sia piaciuto!

GIULIA LUCIANI, classe 1D a.s. 2015-‘16 cavallo-michelangeli-e-mucca      

Comments

commenti

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *