Questo articolo è stato letto 414 volte

Pendolari Roma-Firenze, lanciata petizione per ripristinare le precedenti condizioni della Carta Tutto Treno

Anche i pendolari orvietani  "chiedono all'amministrazione regionale dell'Umbria di ripristinare le precedenti condizioni economiche e di servizio della Carta TuttoTreno, uno strumento fondamentale per i tanti cittadini umbri che ogni giorno devono spostarsi fuori regione per motivi di studio e di lavoro". Questo quanto si legge sulla petizione lanciata dal Comitato pendolari Roma-Firenze che ha già raccolto circa 150 delle 500 firme necessarie sul sito Firmiamo.it. Tre, in particolare, le richieste avanzate dal comitato. Primo: il ripristino del prezzo della carta a 350 euro giacchè - come si legge sulla petizione - "un aumento di 100 euro è assolutamente ingiustificato e ingiustificabile a fronte di un servizio ferroviario che nel corso degli anni ha subìto una progressiva contrazione in termini di qualità e quantità dei collegamenti". Secondo: il ripristino della possibilità di acquistare la carta in due tranche semestrali e di "appoggiare" la carta anche ad abbonamenti regionali mensili e non solo ad abbonamenti annuali; questo -  spiega il Comitato sul documento - "per garantire la sostenibilità dei costi del trasporto a tutti i cittadini". Terzo e ultimo: la richieste che "le somme che Trenitalia Trasporto Regionale dell’Umbria paga alla Regione Umbria a titolo di penalità per i disservizi subìti dai viaggiatori non confluiscano nel bilancio generale della Regione, ma vengano invece effettivamente destinati al miglioramento dei servizi di trasporto pubblico e anche quindi al sovvenzionamento della Carta TuttoTreno". Tutti i cittadini possono sostenere questa causa, compilando il form sul sito Firmiamo.it e firmando la petizione.  

Comments

commenti

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *