Questo articolo è stato letto 454 volte

4a edizione di “BIANCODIVINO”. All’interno dell’evento istituito il primo Premio d’Olio e di Vino

Venerdì 30 giugno dalle 18:00 in Piazza della Repubblica ad Orvieto, 4^ edizione di BIANCODIVINO 
• Per la prima volta a Biancodivino un riconoscimento alla ricerca scientifica: nasce il Premio d’Olio e di Vino a beneficio di quattro laureati o dottorandi delle Facoltà di Agraria di Perugia e Viterbo per tesi su olio/olivo e vino/vite
Punta a valorizzare il territorio attraverso una delle sue eccellenze: il vino bianco in una atmosfera della cena in bianco a metà tra una cena di gala, ma fai da te, e un picnic, ma sui sanpietrini di una delle piazze più belle del Centro Storico di Orvieto.
E’ nata così la manifestazione BIANCODIVINO organizzata da A.Ni.Ma.Lab Orvieto e patrocinata dal Comune, che venerdì 30 giugno a partire dalle ore 18:00, torna a vestire di bianco piazza della Repubblica, una delle più significative piazze della città.
Torna anche uno degli chef più amati della televisione, Simone Rugiati, che farà festa insieme ai commensali sulle note dei Four Vegas. E, per la prima volta a Biancodivino, arriva anche un riconoscimento alla ricerca scientifica.
 
L’appuntamento giunto alla 4^ edizione, celebra la convivialità, il gusto della buona tavola e il piacere di un buon bicchiere di vino; da quest’anno con uno sguardo più attento al legame tra alimentazione e salute. Sarà consegnato, infatti, il primo Premio d’Olio e di Vino, un premio in denaro a quattro giovani laureati presso le Università di Perugia e della Tuscia con tesi sulla ulivicoltura e la viticoltura. Premio istituito grazie alla collaborazione del Consorzio Vino Orvieto e dei Frantoi del comprensorio orvietano, con l’intento di contribuire alla ricerca e di sensibilizzare ad una corretta pratica alimentare.
L’appuntamento è per le ore 18:00 presso il Bar Sant’Andrea dove sarà presentato il Premio e la commissione scientifica che insieme allo chef Simone Rugiati dialogherà con i cittadini durante un caffè scientifico aperto a tutti, proprio per avvicinare tutti ad una considerazione del cibo che parte dal suo valore nutritivo per arrivare a conoscerne il valore culturale ed interculturale evidente nelle tradizioni alimentari.
Alle 19:30 inizieranno i preparativi per l’allestimento della piazza, via libera dunque a tovaglie, candele, cristalli e porcellane perché la mise en place più curata porterà a casa uno dei premi offerti dalle aziende orvietane che sostengono l’evento.
Da non trascurare neanche l’outfit poiché sono previsti dei premi sia per i singoli che per le combriccole che si presenteranno con l’abbigliamento più particolare ovvero il più elegante o il più fantasioso.
Alle 21:00 calici al cielo per il brindisi iniziale con il buon bianco offerto dal Consorzio Vino Orvieto.
Lo chef Simone Rugiati, in piazza Sant’Andrea anche lo scorso anno, tornerà come promesso e si siederà ad ogni tavolo condividendo ed assaggiando le prelibatezze che i commensali vorranno offrirgli, per scegliere poi la preparazione che lo colpirà di più.
L’atmosfera magica della cena in bianco sarà arricchita dalla musica dei Four Vegas, la band che riporterà la piazza indietro nel tempo col suo repertorio che spazia dalle dolci ballate ai grandi classici italiani e internazionali degli anni 50 e 60, per arrivare al twist e al rock and roll che farà ballare tutti dopocena.
“Da secoli il comune denominatore del nostro territorio, e non solo – anticipano gli organizzatoriè rappresentato da vino, olio e cibo, elementi essenziali per la nostra salute. Essi rappresentano convivialità e condivisione e possono creare quell’atteggiamento positivo e quell’attenzione di cui ha enorme bisogno il mondo della ricerca. In vino rappresenta il risultato della sapiente ricerca scientifica applicata ad un frutto, quale l’uva che ha come destino naturale l’aceto, e invece viene tramutato in nettare degli dei. Da secoli, inoltre, l’ulivo è conosciuto per le sue straordinarie proprietà organolettiche. Anche la cucina è scienza, infatti l’uso sapiente dei prodotti contribuisce a migliorare lo stile di vita e a prevenire malattie”. 
 
“L’istituzione del Premio d’Olio e di Vino per giovani laureati presso le Università di Perugia e della Tuscia – dichiara l’Assessore alla Cultura, Marketing Territoriale e Promozione Sviluppo Economico e Attività Produttive, Alessandra Cannistrà – rappresenta una importante novità nella promozione di questo determinante settore produttivo che dimostra così di voler incidere sul contenuto culturale-formativo di una articolata attività di marketing che vede impegnato il Consorzio in partnership con l’Amministrazione. Una mission, questa, sulla quale il governo cittadino intende essere sempre più propositivo e di supporto alle aziende e alle associazioni, come segnalano le manifestazioni dedicate alle produzioni del vino e dell’olio accolte o sostenute dal Comune. L’interessante affiancamento ai due atenei di riferimento territoriale potrà in futuro condurre ad auspicabili collaborazioni nella strategia di valorizzazione e marketing del brand agro-alimentare Orvieto”.   
“Il Consorzio di Orvieto e Orvieto diVino – afferma Vincenzo Cecci, Presidente Consorzio Vini - hanno scelto di aderire a Bianco Divino, la famosa ‘le Diner en blanc’, rito diffuso in tutto il mondo in cui si tiene una cena a cielo aperto dal ‘gusto divino’ con illustri ospiti e la partecipazione di migliaia di invitati vestiti tutti in bianco. In questo modo tutti potranno godere dell’ospitalità tipicamente orvietana e della presenza dei migliori vini del Consorzio di Orvieto nella suggestiva location di piazza della Repubblica, che per una sera diventa un salotto all’aperto,  con l’obiettivo comune a Orvieto diVino, cioè quello di favorire il ‘Rinascimento’ di Orvieto attraverso azioni e iniziative volte a intercettare più destinatari, trasmettendone l’unicità del territorio. Una serata dunque che rientra a tutti gli effetti nelle attività di promozione e valorizzazione del territorio previste dal programma Orvieto diVino, iniziato a settembre dello scorso anno con diversi eventi nati per comunicare le eccellenze e peculiarità della Città della Rupe, delineato dal Consorzio Vino di Orvieto e dal Comune di Orvieto. Ma anche per valorizzare la produzione dei propri associati, favorire l’integrazione della filiera, in particolare attivando sinergie con operatori economici e turistici locali e svolgere attività di promozione sul mercato del territorio”.
Informazioni al sito www.biancodivino.it - pagina FB https://www.facebook.com/BiancoDivinoOrvieto/  e twitter https://twitter.com/Biancodivino
Info e prenotazioni: A.Ni.Ma. Lab 3738681221-3485223072-3295408355.

Comments

commenti

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *